Come prendere sonno velocemente: 5 consigli

come prendere sonno in 60 secondi

I disturbi del sonno sono sempre più diffusi, specialmente tra i più giovani, per questa ragione può essere molto utile sapere come prendere sonno velocemente, in soli 60 secondi anche, grazie a delle semplici tecniche e delle corrette abitudini nel proprio stile di vita.

La capacità di addormentarsi velocemente, sicuramente, non è una dote che tutti possiedono e ciò può ripercuotersi in modo anche estremamente negativa sulla qualità del proprio sonno e sulle ore di sonno che si possono ottenere ogni notte, che dovrebbero essere minimo otto per riuscire a riposare nel modo più corretto possibile.

Dormire bene è infatti importantissimo per riuscire a sentirsi meglio e vivere al massimo delle proprie capacità le proprie energie, sia mentali che fisiche, ottenendo le migliori performance e il massimo della concentrazione da ogni giornata.

Per avere ciò, però, è indispensabile riuscire a dormire di notte nel modo migliore, migliorando in questo modo anche la qualità del sonno, importantissima per il modo in cui si vive la giornata. Fortunatamente, esistono moltissime tecniche, rimedi naturali e consigli utili per riuscire ad addormentarsi nel minor tempo possibile, evitando in questo modo di continuare a girarsi per ore nel letto assorti nei propri pensieri.

Una volta a letto, molte persone in pochi minuti riescono a chiudere gli occhi e dormire sonni profondi, senza mai svegliarsi durante la notte, ottenendo in questo modo il massimo dal proprio riposo. Molti altri invece, pure essendo molto stanchi sia mentalmente che fisicamente, ci metteranno molto più tempo, a volte anche ore, per riuscire a dormire.

Come prendere sonno subito

Inoltre, molto spesso il sonno di alcune persone non solo è ritardato pur essendosi messi a letto presto, ma è anche molto disturbato durante la notte, con agitazione e risvegli frequenti, che inevitabilmente faranno svegliarsi la mattina dopo ancora molto stanchi, vivendo la giornata nel peggiore dei modi, con poche energie e una bassa concentrazione.

come prendere sonno

È chiaro che questo stato non rappresenta sicuramente la situazione migliore in cui intraprendere una qualsiasi giornata, che sia di studio o di lavoro, non riuscendo in questo modo a dare il massimo, pensando unicamente al momento in cui ci si metterà nuovamente a letto, magari con anche l’ansia e il rischio di non riuscire comunque ad addormentarsi presto.

Sono molte le ragioni per la quale una persona può far fatica a dormire e risalenti a differenti cause più o meno gravi, ma la carenza di sonno, soprattutto se prolungata nel lungo periodo può essere molto pericolosa per il benessere psicofisico, compromettendo anche molte facoltà e diminuendo le difese immunitarie.

Tra i fattori più comuni della carenza di sonno, è possibile trovare sicuramente l’ansia e lo stress che possono colpire chiunque in alcuni periodi particolarmente complicati della propria vita, compromettendo la propria vita su tutti i fronti, oltre che riflettersi anche sul proprio aspetto, apparendo più spenti e molto più stanchi.

Inoltre, spesso la carenza di sonno può essere riconducibili, nei casi più gravi, ad alcune malattie, come ad esempio il diabete, ma anche delle variazioni a livello ormonale come nel caso della menopausa, che comporta anche delle vampate molto fastidiose e più frequenti soprattutto durante la notte. Evitare la mancanza di sonno

Come abbiamo visto, sono davvero molte le cause che portano a una carenza di sonno, per poi sviluppare vari disturbi correlato ad esso, come l’insonnia che è assolutamente da contrastare, prima che diventi un abitudine cronica del proprio organismo, associando a questo stato delle buone abitudini e il corretto stile di vita per regolare il proprio ciclo del sonno.

Inoltre, ci sono varie tecniche molto utili per riuscire ad addormentarsi in anche solo un minuto o poco più, addormentandosi in questo modo appena ci si mette a letto, evitando di perdere ore a girarsi da una parte all’altra cercando inutilmente di perdere sonno, cosa che molto spesso non fa altro che aumentare l’ansia, specialmente quando si guardano le ore che mancano alla sveglia.

Inoltre, ci sono molte abitudini e tecniche ottimali anche per riuscire ad evitare nel miglior modo possibile i frequenti risvegli notturni, dormendo in questo modo in modo tranquillo e filato fino al risveglio, evitando di spezzare il sonno e farsi venire l’ansia e vari disturbi correlati al sonno.

Principalmente, le cause che scatenano questi disturbi possono essere dovute all’ansia e allo stress che possono prendere di sprovvista e sopraffare durante alcuni momenti complicanti che mettono a dura prova la sopportazione anche delle persone più tenaci, o una serie di avvenimenti che si accumulano, prendendo possesso della propria mente anche di notte.

La correlazione tra ormoni e qualità del sonno

In questi momenti, infatti, l’organismo aumenta la produzione di cortisolo, che va a interferire con la melatonina essendo un ormone precursore dell’adrenalina. In questi casi, è possibile avere un supporto psicologico che ci aiuti a superare il periodo in maniera ottimale, oltre che nel miglior modo possibile, evitando ricadute.

Nei primi momenti della menopausa, all’interno del corpo femminile avvengono molti cambiamenti e sbalzi ormonali che portano a delle variazioni di temperatura e altri processi, che portano anche inevitabilmente a non riuscire a dormire nel modo migliore, avendo continue vampate, che portano a risvegli notturni.

Ma anche l’ansia e i suoi vari stati, che possono essere più o meno gravi e avere varie risoluzioni, possono compromettere la difficoltà di addormentarsi, facendo sentire la mente più agitata e piena di pensieri, non permettendo il corretto sonno e facendo svegliare frequentemente, anche di soprassalto, come se ci sentissimo in pericolo.

Qual ora non ci fossero cause mediche e il problema del sonno non si risolvesse in brevi tempi o con dei rimedi naturali come integratori a base di melatonina acquistabile in farmacia, il consiglio migliore è sempre quello di parlare con uno specialista, analizzando insieme la situazione e riuscendo in questo modo a risolverla in modo mirato.

È possibile migliorare la qualità del proprio sonno anche attraverso lo stile di vita e la corretta alimentazione, ad esempio non mangiando cibi troppo pesanti durante la sera, in questo modo eviteremo che la digestione e il metabolismo possano compromettere l’attività di sonno-veglia e quindi il corretto ritmo circadiano.

Le attività da fare per addormentarsi velocemente

Inoltre, anche lo sport e la leggera attività fisica può rappresentare un’ottima soluzione per permettere di migliorare la salute e il benessere fisico, permettendo al corpo di ricaricarsi, ma anche di scaricarsi così nel momento giusto quando bisogna dormire, concentrando tutte le energie di giorno e riposando di notte correttamente.

È molto importante, inoltre, rispettare correttamente il ciclo del sonno e il corretto equilibrio del proprio organismo, permettendo in questo modo l’alternarsi del corretto ritmo del giorno e della notte, indispensabile per riuscire anche a regolare la melatonina all’interno dell’organismo, che viene prodotta in base al rapporto luce buio che riceve.

Infatti, le persone che ad esempio lavorano su turni, solitamente fanno molta fatica ad addormentarsi, in quando il loro ritmo viene inevitabilmente sballato da questi orari poco regolari. Per questa ragione, sapere come dormire subito in ogni occasione può tornare sicuramente utile per più di un’occasione, ottimizzando in questo modo le ore di sonno.

Inizialmente, ci sono delle abitudini che vanno a modificare direttamente lo stile di vita, indispensabile per riuscire a modificare anche le abitudini del sonno, predisponendo nel modo migliore la mente e il corpo al corretto sonno.

Prima di tutto, è consigliato seguire degli orari più regolari possibile, andando a letto e svegliarsi sempre alla stessa ora più o meno, permettendo di regolare in questo modo in modo naturale il proprio organismo.

Efficaci rimedi naturali

Ci sono delle bevande completamente naturali, come le tisane, che sono perfette per riuscire a contrastare gli stati più leggeri dell’ansia, concedendosi in questo modo un momento solo per se stessi prima di mettersi a letto, supportando in questo modo il sonno e rilassando la mente.

Grazie alle erbe che compongono questi infusi, infatti, è possibile rilassare la mente e il corpo grazie al loro effetto leggermente sedativo e rilassante, ottimale per aiutare l’organismo. Inoltre, ci sono anche molti integratori alimentari a base di queste erbe, che contengono inoltre anche la melatonina.

Prima di mettersi a letto, inoltre, sarebbe consigliato evitare di utilizzare qualsiasi tipologia di schermo luminoso, che potrebbe inevitabilmente riattivare l’attività celebrale a causa dell’esposizione alla luce, rovinando così il corretto ritmo di produzione di melatonina, prediligendo piuttosto la lettura di un buon libro.

Per addormentarsi in poco tempo, è anche sconsigliato assumere sostanze che possano eccitare prima di andare a dormire, come nel caso della caffeina, ma anche nicotina, alcolici o teina, che possono compromettere il sonno corretto.

Tra le erbe più conosciute e dalle proprietà più valide utilizzate all’interno degli integratori alimentari per aiutare il sonno, troviamo sicuramente la camomilla, la passiflora, biancospino e valeriana, uniti alla melatonina, che è già prodotto autonomamente dal nostro organismo durante la sera e permette il corretto sonno.

Gli integratori per il sonno

Questi integratori, sono acquistabili in commercio in varie formulazioni e adatte anche a qualsiasi età, riuscendo così a supportare qualsiasi esigenza, è possibile infatti trovarli in caramelle, pastiglie, polveri e capsule, oltre che tisane da bere o caramelle gommose per i giovani, con molti gusti saporiti.

Sicuramente non esiste un metodo valido per tutti per riuscire a prendere sonno il 60 secondi, come non sempre basta contare le pecorelle per riuscire a svegliarsi perfettamente riposati, in quanto ci sono differenti fattori che possono compromettere la corretta qualità del sonno e risvegliarsi perfettamente riposati.

come prendere sonno velocemente

Sfortunatamente, pur essendo un’attività naturale e meccanica, molte persone fanno davvero molta fatica ad addormentarsi, ma esistono alcuni trucchi utili che vale la pena provare per cercare di prendere sonno in poco tempo, se non addirittura subito dopo essersi messi a letto ed evitare i risvegli.

Consigli per addormentarsi in 60 secondi

Uno tra i primi consigli della nonna, è quello di lavarsi il viso utilizzando dell’acqua fredda, anche se erroneamente si pensa che questo possa risvegliare, può essere utile anche al contrario, scatenando il riflesso di apnea dei mammiferi, regolando il battito del cuore e facendolo diminuire insieme alla pressione, calmando in questo modo gli stati di agitazione.

Inoltre, anche se si crede il contrario, se non si riesce a prendere sonno stare a letto è inutile, ma è anche importante non accendere la tv o guardare il cellulare, mentre può essere molto più utile leggere qualche pagina o fare una breve passeggiata in casa.

Per dormire subito, anche la corretta respirazione per rilassarsi può avere ottimi risultati, proprio come fanno i militari americani, con un metodo super efficace per dormire in pochi minuti. Basta rilassare la muscolatura del viso e poi a seguire anche il resto del corpo, abbinando a ciò la corretta respirazione per liberare il torace, visualizzando un’immagine che ci calma.